logo

Alcamo Bianco

CONTE MATAROCCO
Durante la dominazione spagnola un Conte percorse la Sicilia giungendo a Matarocco, un nugolo di casette fitte attraversate da una tortuosa stradina risalente a tre secoli fa e famoso per le specialità culinarie dalle antiche origini da cui rimase estasiato. Da allora il suo impegno fu di tramandare alle nuove generazioni la ricetta per eccellenza di quel luogo unico: il Matarocco, tipico piatto contadino di pomodori conosciuto solo a Marsala usato come condimento per pasta e bruschette e che le massaie di una volta preparano ancora oggi secondo tradizione. Questa è una linea dedicata all’incontro del Conte e del Matarocco nata per celebrare le migliori cultivar siciliane, Grillo, Inzolia, Grecanico, Alcamo bianco, Nero d’Avola, Frappato, Syrah.

Vitigno: catarratto (85%),chardonnay (10%), inzolia (5%)

Denominazione: Alcamo doc

Suolo: mediamente argilloso

Vigneti: allevati a controspalliera

Vendemmia: a mano, tra agosto e settembre

Vinificazione: le uve sono sottoposte a pigiatura soffice e la fermentazione avviene a bassa temperatura (16° c). Dopo il periodo di maturazione a temperatura controllata in vasche di acciaio, il vino viene lasciato ad affinare per un mese in bottiglia.

Note organolettiche: il colore è giallo intenso con sfumature tendenti al verdolino. Il blend dà vita a profumi che evocano i frutti tropicali con lievi sentori di limone. Al palato è avvolgente, fresco e fragrante.

Abbinamenti: perfetto con crostacei, piatti a base di pesce e verdure grigliate.

Come servirlo: esprime il meglio di sé in un calice a tulipano di media ampiezza e servito ad una temperatura di 8°

Grado alcolico: 12 vol.

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co